Spirou + Trondheim = Panique!

lunedì, aprile 26, 2010

Spirou-Trondheim Buon lunedì a tutti! Come avete trascorso il fine settimana, siete fuggiti nelle varie località turistiche per “festeggiare” il 25 aprile o siete rimasti a casa ? Io sono andata al mare: mi sono rilassata, ho passato un po’ di tempo con mio marito (che vedo sempre pochissimo), ho cancellato con immagini positive la Pasqua a dir poco disastrosa di qualche settimana fa e ho fatto una piccola gita dai vicini di casa francesi alla ricerca di alcuni fumetti. Non ho trovato tutto, ma il bottino è stato comunque soddisfacente, perchè sono riuscita a recuperare l’ultimo albo del mio personaggio preferito: Spirou! Esistono due filoni di questa serie francofona: quello classico, che è stato disegnato nel corso degli anni da artisti del calibro di Fournier, Franquin, Tome&Janry, Morvan e Munuera e i gli albi “speciali”, fisicamente un po’ più grandi degli altri, con un cartonato massiccio e in generale diversi, paralleli agli altri, fini a se stessi. Di solito gli albi speciali non mi piacciono troppo, sono molto affezionata al taglio di Tome&Janry e adoro la premiata ditta Morvan-Munuera, super-avventurosa, ma li compro sempre ugulmente, per poter completare la collezione e sperando di trovare prima o poi un autore in grado di stupirmi: così è stato questa volta, con la versione di Lewis Trondheim (sceneggiatura) e Fabrice Parme (disegni). Il taglio decisamente umoristico, i disegni stilizzati e altamente caricaturali hanno subito attirato la mia attenzione, ma non potevo fermarmi lì, quindi sono passata ai testi. Non conosco molto bene il francese, ma sono di origine piemontese e questo mi aiuta a comprendere il senso generale e le battute, che qui sono comunque piuttosto semplici e quindi facilmente assimilabili. Ho letto le prime otto pagine e non ho fatto altro che ridere a crepapelle. I comprimari sono stupendi e i protagonisti perfettamente caratterizzati e adorabili come loro solito … se conoscete il francese vi consiglio di ordinarlo su Amazon, non resterete delusi! Per chi non conoscesse Trondheim, il consiglio è quello di sbirciare un sito di fan, “Les formidables aventures de Lewis Trondheim”, contenente un sacco di “chicche” sull’autore: metodo di lavoro, testi, disegni, link utili e chi più ne ha più ne metta. Per chi volesse invece saperne di più su Spirou, il simpatico fattorino d’albergo che finisce sempre per cacciarsi in qualche improponibile, pericolosa ma fantastica avventura, sul coraggiosissimo scoiattolino Spip, l’irrefrenabile Fantasio, giornalista d’assalto e tanti altri, il link è questo. Purtroppo per noi le informazioni reperibili sono tutte in francese, perchè non si tratta di un personaggio troppo famoso in Italia, dove per anni ha spopolato Tin Tin, ma potete trovare qualche vecchio albo in italiano edito da Alessandro Editore e una raccolta di tre avventure di Morvan-Munuera sul sito della Panini. Se invece siete pignoli come me, fate un salto su Amazon e ordinate gli originali francesi: non ve ne pentirete! Che dite, per oggi ho parlato abbastanza? Direi di sì, quindi per il momento vi saluto e vi do appuntamento a mercoledì con uno schizzo “nenesco” e forse con un tutorial (che fa figo, ma non impegna): non mancate!

You Might Also Like

1 commenti

Popular Posts

Post più popolari

Subscribe